[Home]   [Q-Basic]   [Codes]   [DosBox]   [Tools / Programs]   [Emu  /  OS]   [Contacts]

Senza nome 1


DR-DOS

Enhanced DR-DOS is a free and open source DOS operating system based on the Caldera OpenDOS source code. Enhancements include support for LBA (hard drives larger than 7.8 GB), FAT32, and 64 KB clusters under FAT16 (for Windows NT 4 GB partitions). Version 7.01.08 WIP (work-in-progress) adds experimental support for USB meory sticks and fixes to the FAT+ API. Because a WIP version of any program can potentially have issues with stability, data corruption and data loss, it is recommended to always use the latest stable version of any software unless the WIP includes features that you absolutely need.

Freeware (always)
Freeware (always)
Published by The DR-DOS/OpenDOS Enhancement Project
Genre: Operating systems
User rating: No rating
Web:www.drdosprojects.de
Enhanced DR-DOS v7.01.08 WIP (130k) 23 July 2009
Enhanced DR-DOS v7.01.07 (118k) 6 March 2005g


FREEDOS

FreeDOS (originariamente Free-DOS e PD-DOS) è un sistema operativo per computer IBM PC compatibili. Scopo del progetto è anche la rivitalizzazione di vecchi computer che potrebbero ancora funzionare egregiamente con un sistema operativo molto leggero e dinamico, ma si adatta anche a Computer moderni in prevalenza con Computer aziendali ma lo possiamo trovare già preinstallato in alcuni Computer come HP.
Come membro della famiglia di sistemi DOS, fornisce principalmente accesso alle memorie di massa e ai loro filesystem tramite il kernel. Implementa anche, in parte, un sistema di gestione della memoria, mentre non fornisce alcuna interfaccia grafica.
FreeDOS ha raggiunto la versione 1.0, rilasciata il 3 settembre 2006: la data inizialmente stabilita per il rilascio di questa versione era il 27 luglio dello stesso anno.
FreeDOS supporta un vastissimo range di hardware, dal PC IBM originale del 1981 ai più moderni sistemi ad architettura x86, oltre ai sistemi embedded. Come MS-DOS, può essere avviato da un floppy disk o da disco rigido, oltre a una memoria ROM. A differenza di MS-DOS, può essere installato da CD-ROM, ed è possibile crearne proprie distribuzioni senza che sia necessario il pagamento di royalties di alcun genere.
A differenza dell'MS-DOS di Microsoft, che è stato abbandonato e di cui FreeDOS tenta di divenire il sostituto libero, FreeDOS è un progetto open source distribuito secondo la licenza GNU General Public License (GPL).

FreeDOS ha dei miglioramenti su MS-DOS, che riguardano principalmente il supporto di standard e tecnologie che non esistevano quando la Microsoft interruppe il supporto a MS-DOS, come la localizzazione, TSR per il supporto APM, e ASPI. Inoltre, LBA e il file system FAT32 sono supportati dal kernel per default (a differenza delle versioni più recenti di MS-DOS, nelle quali il supporto non è stato implementato).

* FreeDOS Base CD
* Recommended download for most users
* Contains only packages from BASE
* Install only, does not include LiveCD
* 8 MB
* Web:www.freedos.org
FreeDOS Base CD [.ISO]

DOSBox

DOSBox è un emulatore che simula un computer MS-DOS con processore 286/386 (architettura x86), al fine di consentire l'utilizzo di applicazioni DOS (specialmente vecchi giochi) che non potrebbero girare sui sistemi operativi che equipaggiano i moderni personal computer, o su sistemi non IBM PC compatibili (ad esempio Macintosh).
DOSBox è software libero, ed è disponibile per diversi sistemi operativi come GNU/Linux, FreeBSD, Windows, Mac OS X, OS/2 e BeOS, e per le console portatili GP2X e PlayStation Portable. La prima versione è datata 22 luglio 2002.

DOSBox è un completo emulatore di CPU, e non un semplice livello di compatibilità come DOSEMU, le librerie VDM di Windows o OS/2: è quindi indipendente rispetto alla CPU che lo esegue. DOSBox non necessita infatti né di una CPU 286/386 né di una copia di MS-DOS, e supporta programmi che lavorano in modalità reale o modalità protetta. È dotato di una interfaccia a riga di comando, e può essere configurato tramite opportune modifiche ad un file di testo o grazie ad un front end.

* CPU: emulazione quasi completa di 80286, 80386, 80387.
* Grafica: modalità testuale; interfacce Hercules, CGA, EGA, VGA, VESA, Tandy. Inoltre è in grado di    
emulare la scheda grafica S3 Trio 64.
* Sonoro: emula le schede AdLib, Tandy, Sound Blaster, Creative CMS/GameBlaster, Disney Sound Source,   
Gravis Ultrasound, MPU-401 e PC speaker.
* Networking: emulazione di un modem e dei protocolli TCP/IP. Tuneling IPX. La versione Win32 consente un
accesso diretto alle porte seriali del PC ospite.
* Immagini avviabili: DOSBox supporta anche la possibilità di utilizzare immagini di floppy disk di
giochi originariamente concepiti per essere lanciati senza il supporto di un
sistema operativo particolare.

OS/2, Win9x Freeware (always)
Published by DOSBox Crew
Genre: Emulation/Virtualization
User rating: 9.9
Web:www.dosbox.com
DOSBox for Windows v0.74 (1415k) 12 May 2010

SCUMMVM

ScummVM è un software che riproduce il funzionamento di motori grafici di videogiochi. Originariamente progettato per avviare le avventure grafiche della Lucas Arts che utilizzano il sistema di sviluppo SCUMM, in seguito gli autori hanno aggiunto il supporto ad altri sistemi, come il Virtual Theatre di Revolution Software o l'AGI di Sierra On-Line. ScummVM non è un emulatore dell'hardware della piattaforma originale dei giochi, bensì una reimplementazione della parte del software che interpreta il linguaggio di scripting che descrive il mondo del gioco.
ScummVM utilizza librerie cross-platform, che ne permettono la portabilità sulla maggioranza dei sistemi operativi (Windows, Linux, Macintosh, BSD) e piattaforme (Amiga Morph OS, Pocket PC, Nintendo Wii, Nintendo DS, Playstation 2, PlayStation Portable, Apple iPhone e molti altri) esistenti.


OS/2, Win9x Freeware (always)
Published by ScummVM Team
Genre: Emulation/Virtualization
User rating: No rating
Web: www.scummvm.org
ScummVM for 32-bit Windows v1.2.1 Freeware (4083k) 19 December 2010

VIRTUAL BOX

VirtualBox è un software di virtualizzazione commerciale proprietario (con una versione ridotta distribuita secondo i termini della GNU General Public License) per architettura x86 che supporta Windows, GNU/Linux e Mac OS X (beta) come sistemi operativi host, ed è in grado di eseguire Windows, GNU/Linux, OS/2 Warp, OpenBSD e FreeBSD come sistemi operativi guest. Nel gennaio 2007 ne è stata rilasciata una versione ridotta.
VirtualBox supporta la soluzione per la virtualizzazione hardware di Intel VT-x ed, in via sperimentale la soluzione di AMD, AMD-V, ma non usa nessuna delle due per impostazione predefinita.

VirtualBox emula i seguenti componenti hardware:

* Gli hard disk vengono emulati con uno speciale formato contenitore chiamato "Virtual Disk Images" (file VDI), che è, al momento, incompatibile con i formati utilizzati dalle altre soluzioni di virtualizzazione. Sono comunque supportati i file VMDK (VMware ed altri) e VHD (Microsoft). Inoltre, VirtualBox ha la caratteristica peculiare di poter collegarsi a supporti iSCSI, e di poterli utilizzare come dischi virtuali.

* Come scheda grafica, per impostazione predefinita VirtualBox fornisce una periferica VESA con 12 MB di RAM configurabili. Un driver video speciale viene fornito dalle Guest Additions (per sistemi guest Windows e GNU/Linux): questo driver conferisce maggiore performance e la possibilità di regolare la risoluzione del sistema guest quando la finestra della macchina virtuale viene ridimensionata. Dalla versione 2.1.0 è inoltre possibile eseguire applicazioni che utilizzano le librerie OpenGL sulla macchina client sfruttando direttamente la scheda video del computer host.

* Come scheda di rete Ethernet, VirtualBox fornisce le seguenti NIC:
AMD PCnet PCI II (Am79C970A);
AMD PCnet-Fast III (Am79C973) (default);
Intel PRO/1000 MT Desktop (82540EM);
Intel PRO/1000 T Server (82543GC);
Intel PRO/1000 MT Server (82545EM).

* Come scheda audio, VirtualBox mette a disposizione una periferica Intel ICH AC'97 oppure una SoundBlaster 16.

* Nell'edizione proprietaria, a differenza di quella free, viene emulato un controller USB, così che qualunque periferica USB collegata al sistema host può essere vista da quello guest. Se VirtualBox svolge il ruolo di server RDP, può anche utilizzare periferiche USB connesse al client RDP remoto come se fossero connesse all'host.

VirtualBox tenta di eseguire quanto più codice guest possibile in maniera nativa (vale a dire sul processore host). Questo va bene per il codice in modalità utente che funziona a ring 3 (nel contesto dell'architettura ring di Intel). Tuttavia. il codice ring 0 del sistema guest, che contiene di solito decine di istruzioni privilegiate, dovrà essere gestito in modo particolare. VirtualBox usa un approccio abbastanza inconsueto per risolvere il problema: convince il sistema operativo guest ad eseguire il codice ring 0 in ring 1, normalmente non utilizzato sull'architettura Intel.

Se dovessero sorgere problemi, VirtualBox ha un ricompilatore dinamico, come gli altri software di virtualizzazione. Il ricompilatore di VirtualBox si basa su QEMU. Inoltre, VirtualBox disassembla e, in alcuni casi, aggiunge delle patch al codice guest per evitare ricompilazioni future, dal momento che sono abbastanza onerose. In questo modo, sia il codice a ring 3 che quello a ring 0 può essere eseguito in maniera nativa nella maggior parte delle occasioni, e con questa combinazione di ricompilazione "tradizionale" e patch per il codice VirtualBox raggiunge una velocità simile a quella di VMware Workstation.


Win9x Freeware
Published by Oracle
Genre: Emulation/Virtualization
User rating: 5

[official page download]